venerdì, febbraio 28, 2014

Marino minaccia di bloccare Roma

Il sindaco di Roma Ignazio Marino nel cantiere dalla Nuvola di Massimiliano Fuksas a Roma, il 25 novembre del 2013. (Guido Montani, Epa/Corbis)




Il 26 febbraio il governo Renzi ha annunciato il ritiro del decreto cosiddetto Salva Roma, a causa dei centinaia di emendamenti proposti da Lega nord e Movimento 5 stelle. Secondo la ministra delle riforme Maria Elena Boschi, per superare l’ostruzionismo, ci sarebbero volute 215 ore di discussione in aula. Ora per evitare il default della capitale, palazzo Chigi ha promesso di approvare entro venerdì un nuovo testo. Una soluzione che confermi il trasferimento di 485 milioni di euro di debito sulla gestione commissariale.

Nessun commento: